martedì 24 ottobre 2017 ore 21.00 - Sala Ratti Legnano

 

IL MECCANISMO DELL’OMBRA

con il culo sulla sedia elettrica

scritto e interpretato da Paolo Scheriani

regia scheriANIMAndelli

 

per info e prenotazioni 320.6757853

È tutto pronto, manca poco più di un’ora all’esecuzione. I parenti della vittima, i giornalisti, l’avvocato difensore e poche altre persone aspettano di poter entrare nella saletta e attraverso un vetro assistere così ad un omicidio. Queste sono le ultime parole di un uomo prima di morire. Queste sono le parole che tutti noi vorremmo non sentire. Questa è la vita di un uomo che si è fatta più corta della sua ombra. Dopo le sue parole tutto si svolgerà con estrema precisione e pulizia. Lo spettacolo della morte si compie ed è difficile augurare buon divertimento. Lo spettacolo è prima di tutto una testimonianza. Durante il resoconto della propria vita offerto dal condannato si alternano momenti polemici a momenti poetici. L’uomo a cui mancano pochi istanti alla morte non cerca di discolparsi – Io ho ucciso, lo ripete chiaramente due volte –, ma cerca di spiegare che non c’è differenza tra un presunto colpevole e un presunto innocente di fronte alla sacralità della vita. Non è sufficiente sapere quello che ho fatto, dovete sapere quello che sono e così il suo racconto si snoda tra i ricordi di un’infanzia infelice, di una madre perduta e di un padre- padrone. Il condannato cerca più volte di interagire con gli spettatori – che vede attraverso un vetro immaginario – venuti apposta per assistere alla sua esecuzione sulla sedia elettrica. E davanti a loro non prova vergogna a mostrare tutta la sua paura: Io non voglio morire. Ho paura. Io sono un uomo come voi. Sarà l’urlo del condannato che muore, come carne da macello abbrustolita dalla corrente elettrica, a chiudere lo spettacolo, non prima però di aver consegnato all’aria l’ultima frase del morente: Io sono un uomo libero”.

scendete in piazza e fate sentire la vostra voce

fate sentire che ci siete

parlate, cantate, danzate, suonate

di ogni strada e ogni piazza fatene un teatro

dimostrate, esprimetevi, gioite, lottate

questa è una rivoluzione baby

stagione 2017|2018

COLLEZIONE PRIVATA|visione pubblica

 

COMPAGNIA SCHERIANIMANDELLI

TEATRO|AD|ALTO|CONTENUTO|UMANO

CENTRO|TEATRALE|LOMBARDO

gioia sincerità pace integrità educazione rispetto dignità coerenza purezza bellezza gratitudine trasformazione vittoria amore ascolto

home     stagione     manifesto     produzioni     articoli      foto     dove siamo      chi siamo

TEATROalleCOLONNE Milano|Teatro Tirinnanzi e Sala Ratti Legnano

home     stagione     manifesto     produzioni     articoli      foto     dove siamo      chi siamo